I vantaggi dei Condotti Sbarre SATIIDEA

La linea SATIIDEA è l’unico condotto sbarre che soddisfa l’attuale norma UNI EN 1838 edizione 2013 “Illuminazione di emergenza” che è stata recepita, a partire dal 01/11/2012, dalla norma impianti CEI 64-8 Pubbl. 2012-06, ove all’art. 564.2 viene testualmente prescritto: “L’illuminazione di sicurezza deve essere conforme alla Norma EN 1838 salvo quanto prescritto da disposizioni legislative o regolamentari”.

ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA

Per illuminazione d’emergenza s’intende l’illuminazione ausiliaria che interviene quando quella ordinaria viene a mancare.
L’illuminazione di emergenza viene così suddivisa (Fonte: UNI EN 1838):

NORMA CEI 64-8

Parte 5: Scelta ed installazione dei componenti elettrici
Capitolo 56 – Alimentazione dei servizi di sicurezza
563 Circuiti di alimentazione dei servizi di sicurezza

Testo 563.1

I circuiti di alimentazione dei servizi di sicurezza devono esser indipendenti dagli altri circuiti.

Nota – Questo significa che un guasto elettrico, un intervento, una modifica su un circuito non compromette il corretto funzionamento di un altro circuito (circuiti meccanicamente separati).

Questo può rendere necessarie separazioni con materiali resistenti al fuoco, involucri o circuiti con percorsi diversi.

Indipendenza circuiti

L’indipendenza dei circuiti deve essere garantita su tutta la linea prevista nel progetto.

La linea di emergenza integrata nello stesso involucro del condotto, dotato di opportune separazioni elettriche rispetto allo stresso condotto standard, non offre alcune garanzie di segregazione elettrica similari ad esempio al doppio isolamento.

Difatti, all’interno dello stesso condotto ove applicabile il conduttore di protezione deve essere dedicato o, in caso contrario, al fine di garantire l’indipendenza dovrebbe essere isolato dalle masse in maniera efficace (doppio isolamento) Tale segregazione elettrica in ogni caso deve essere garantita per tutta la linea per cui ogni accessorio del condotto deve avere idonee caratteristiche.

La soluzione tecnica che prevede lo stesso condotto per entrambi i circuiti presenta delle criticità in particolare nel giunto ove, sia per le caratteristiche elettriche e sia per le caratteristiche meccaniche e di unicità se non vengono garantiti i rinforzi per isolamento e compartimentazione possono essere compromesse le caratteristiche di indipendenza. Ad esempio l’avere in comune la struttura meccanica relativamente al giunto potrebbe comportare dei rischi in fase di manutenzione della linea o in caso di guasto elettrico o di cedimenti meccanici.

Difatti la manifestazione guasto dovuto ad esempio ad un aumento della resistenza di contatto del giunto di uno o più circuiti, possono investite la parte riservata ai circuiti di emergenza compromettendo le condizioni di funzionamento.

La sola separazione elettrica dei circuiti non risulta essere un requisito che soddisfa pienamente “l’indipendenza” in senso assoluto dei circuiti. In conclusione la separazione galvanica offerta dal prodotto SATI ITALIA garantisce il funzionamento del circuito di emergenza grazie alla separazione meccanica dei condotti. In tali condizioni ogni intervento o guasto di un circuito non investirebbe l’altro circuito adiacente.

Analisi Tecnica Specifica

Condizione tassativa per soddisfare l’illuminazione di EMERGENZA capitolo SICUREZZA è l’ indipendenza meccanica dei due circuiti, non solo la separazione lungo gli elementi ma anche la separazione dei giunti.
SATI IDEA: Emergenza/Sicurezza sviluppata in un singolo condotto, totalmente isolato dagli altri circuiti con giunto dedicato.

 

ESEMPIO SEPARAZIONE MECCANICA PURA (2 CONDOTTI DISTINTI CON GIUNZIONE DISTINTA)

Per maggiori informazioni contattare:

Giovanni Moschini
Sales Manager Busbar System
Tel. cellulare +39.340.47.49.649
e-mail: g.moschini@sati.it
sito internet: www.sati.it