I CONDOTTI SBARRE E LE EMISSIONI ELETTROMAGNETICHE

La valutazione dei livelli di campo magnetico in ambienti civili ed industriali è un obbligo definito da un quadro normativo nazionale ed internazionale sia per la protezione dei lavoratori sia per la protezione della popolazione che in Italia è assimilabile anche ai lavoratori non professionalmente esposti.

I sistemi di condotti sbarre possono rappresentare una sorgente di inquinamento elettromagnetico importante di cui il gestore, tipicamente il proprietario dell’immobile industriale, ed il datore di lavoro devono tenere in considerazione nella valutazione dei rischi.

La Sati Italia S.p.A. avendo internamente al gruppo le competenze tecnico scientifiche per affrontare il problema dell’impatto elettromagnetico ha analizzato nel dettaglio il problema caratterizzando i propri prodotti e studiato soluzioni per un abbattimento significativo dei campi magnetici. Una intensa attività teorica e sperimentale è stata condotta sulle diverse tipologie e taglie del prodotto permettendo di offrire sul mercato un prodotto innovativo completamente caratterizzato.

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE
La conoscenza dei livelli di campo magnetico generati dai collegamenti elettrici, cavi o condotti sbarra che siano, è un elemento fondamentale di cui il progettista di un impianto elettrico deve tenere in conto nella definizione dei percorsi e nel posizionamento degli apparati elettrici. Una errata progettazione richiede degli interventi successivi che comportano numerosi problemi risolvibili sono mediante modifiche all’impianto o mediante la realizzazione di idonei sistemi di schermatura.

E’ quindi importante che il progettista di un nuovo impianto possa disporre delle informazioni relative all’impatto elettromagnetico di una conduttura in modo che definisca percorsi e distanze in funzione di tali informazioni.

In particolare una informazione fondamentale che la Sati Italia S.p.A. ha voluto fornire nel suo catalogo è rappresentata dalla cosiddetta “fascia di rispetto”: distanza dalla conduttura per cui il livello di induzione magnetica risulta inferiore ad un dato valore.